Valcava, Funivia, Coldara, Colle Pedrino, Opreno, Burligo

Discesa in Valle San Martino da Valcava a Burligo, passando per Coldara, Colle Pedrino e Opreno.

Difficoltà: S2 (massima S3)
Ciclabilità: 100%
Giudizio: Ottimo

Sentiero con alcune difficoltà tecniche, ma abbastanza scorrevole. Tipico fondo da mulattiera.

Si parte dai pressi della ex Funivia di Valcava che si può raggiungere agevolmente sia da Valcava che dalla strada della Cava che sale da Palazzago. Ci sono due varianti per prendere la discesa. La prima, che è quella della traccia, scende direttamente da sotto l'edificio della Funivia dove si trova un bel ripidone S2, da evitare se il fondo è bagnato. La seconda, più semplice, invece di prendere il ripidone, prosegue dritto curvando in seguito a destra e si ricongiunge al termine del ripidone.

Questa discesa è anche chiamata Discesa degli Dei ed arriva a Coldara con un bel sentiero tecnico, ma con solo uno o due passaggi difficili S3.

Arrivati a Coldara è possibile mangiare all' ottimo Agriturismo Coldara.

Si riparte dall' agriturismo in direzione Colle Pedrino, con un breve tratto dove si dovrà scendere qualche volta dalla bici per superare qualche sasso. Subito dopo l'incrocio con il ruscello incomincia un tratto in piano verso Colle Pedrino. Prima di giungere al paese si prende una variante che scende a destra, che evita di ricongiungersi con la strada della Cava, e ci porta direttamente all'inizio della mulattiera che arriva fino ad Opreno. Un poco scassa forcelle, ma con dei bei tratti godibili, e abbastanza facile anche se rimangono difficoltà di livello S2, una in particolare.

Ad Opreno si svolta a sinistra e si procede verso la Forcella di Burligo con una facile sterrata, prima in leggera discesa, e sul finire con qualche rampa in salita. Dalla forcella si prende subito sulla destra in discesa un breve sentiero che ci porta nell'abitato di Burligo.

Nelle discesa non ci sono fonti d'acqua.

Si può salire dalla Cava, parcheggiando direttamente a Burligo.

Questa discesa si incrocia in più punti con la sua gemella più difficile che segue il crinale dello Zuccherone e passa da Col Fopa.

Da Valcava a Coldara
Da Coldara, Colle Pedrino, ad Opreno
Da Opreno a Burligo