550 Mulattiera Selvino - Albino

Discesa in Valle Seriana da Selvino ad Albino, per il sentiero 550 anche chiamato semplicemente mulattiera Selvino - Albino.

Difficoltà: S2
Ciclabilità: 100%
Giudizio: Ottimo

Sentiero misto S2 che alterna tratti flow, a passaggi tecnici e scalette. Non manca qualche passaggio tecnico tendente alla difficoltà S3 (per 1 minuto) ma sempre con pendenze moderate.

Il primo tratto è in asfalto e fa perdere un bel po' di dislivello. Scende sotto il percorso della Funivia che era un'ottima possibilità di risalita.

Purtroppo è un sentiero molto frequentato da escursionisti a piedi, ed è stato vietato alle MTB con tanto di cartello affisso dal Comune di Albino (presente a Marzo 2019).

E' esposto a Sud e si asciuga in fretta.

Ganda, 520, Gazzaniga

Discesa in Valle Seriana da Ganda a Gazzaniga, per il sentiero 520 e lungo il fondo valle.

Difficoltà: S2
Ciclabilità: 100%
Giudizio: Buono

Sentiero misto che alterna tratti flow a passaggi tecnici. Dall'abitato di Ganda scende con una serie di tratti in costa di difficoltà S2, con qualche passaggio S3. Da metà si scende lungo il fondo valle tramite una pietraia di sassi smossi S2 che rende difficoltoso mantenere l'equilibrio. Il tutto sempre con sporadici passaggi S3.

Nella prima parte la traccia taglia un tornante a sinistra con un passaggio S4. Per evitarlo, proseguire per qualche metro, e prendere il tornante a sinistra.

E' esposto a Sud e si asciuga in fretta, anche se nella parte finale, vicino al torrente, può rimanere un poco di umido.

A Ganda, dove inizia il sentiero, c'è una fontanella.

Pista downhill del Monte Poieto

Discesa in Valle Seriana dal Monte Poieto ad Aviatico dedicata al downhill.

Difficoltà: S2
Ciclabilità: 100%
Giudizio: Discreto (dato lo stato attuale)

Pista downhill con salti e sponde. Se fatta in stile All Mountain, evitando i salti, la difficoltà è S2 con un solo passaggio S3.

A fine inverno 2019 era in brutto stato. Piena di pietre smosse, foglie e rami. Occorre fare attenzione. Sul sito del Rifugio Monte Poieto è data come CHIUSA.

Nel 2011 è stata sede della gara Monte Poieto Downhill cui sono seguite altre gare quasi ogni anno fino al 2017 con il Campionato Regionale Downhill Lombardia

Si può salire da Aviatico utilizzando la cabinovia, e pranzare al ristorante del Monte Poieto che rimborsa parte della corsa.

Trote

Discesa in Valle Seriana da Ama ad Albino, per il sentiero 5 anche chiamato delle Trote ma con le varianti seguendo i segni rossi.

Difficoltà: S2 / S3
Ciclabilità: 99%
Giudizio: Ottimo

Sentiero in picchiata verso Albino che taglia in multipli punti il sentiero numero 5 anche chiamato delle Trote perché arriva al laghetto di pesca sportiva. Il sentiero 5 è di difficoltà S2, ma effettuando i tagli della traccia si inseriscono vari ripidoni su fondo sdrucciolevole di difficoltà S3. E' quindi possibile scegliere di volta in volta la difficoltà che si vuole affrontare.

Non c'è una completa ciclabilità perché all'inizio del sentiero, prima di incominciare la vera è propria discesa, c'è un punto di pochi metri da fare a piedi.

Ad Albino è possibile risalire grazie alla funivia che porta alla strada per Ama.

E' esposto a Sud e si asciuga in fretta.

Canto Basso, 540A, Olera

Discesa in Valle Seriana dal Canto Basso ad Olera per il sentiero 540A.

Difficoltà: tra S3 e S4
Ciclabilità: 100%
Giudizio: Ottimo

Sentiero in picchiata verso Olera molto tecnico e difficile, di livello tra S3 e S4. Richiede massima attenzione e capacità di guida. Insieme al 812 è uno dei più difficili della Bergamasca.

Arrivati ad Olera è possibile continuare la discesa per il 531 verso Burro, ma se si hanno energie è preferibile risalire alla Maresana e fare una delle altre ottime discese.

E' esposto a Sud e si asciuga in fretta, ma data la difficoltà si consiglia di aspettare condizioni ottimali.

Canto Basso, 533, Forcella del Sorriso

Discesa in Valle Seriana dal Canto Basso alla Forcella del Sorriso per il sentiero 533.

Difficoltà: S2
Ciclabilità: 98%
Giudizio: Ottimo

Sentiero in costa in leggera pendenza di bassa difficoltà S2. Il sentiero è sempre largo, e nonostante sia una lunga diagonale in costa, non ci sono esposizioni pericolose. La non completa ciclabilità è per tre o quattro passaggi di pochi metri, comunque ciclabili se si considera il livello di difficoltà S3.

E' uno a dei classici della zona che dal Canto Basso permette di raggiungere sia la zona della Maresana che di Sorisole, o di rimanere in valle ridiscendendo verso Olera tramite il 532A.

Il sentiero è molto frequentato da escursionisti a piedi ed in particolare da Skyrunner (corsa in montagna), che correndo sono anche molto veloci. Fate quindi particolare attenzione.

Salite della Valle Seriana

Salite in Valle Seriana per raggiungere i percorsi.

La Valle Seriana è molto urbanizzata, e presenta un notevole traffico automobilistico, ma è disponibile una ciclopedonale che permette di raggiungere da Bergamo tutta la valle.

Da Alzano Lombardo è possibile salire a Monte di Nese con una una strada molto poco trafficata essendo a fondo chiuso, ottima anche per un uscita in bici di corsa se si vuole salire in tranquillità. La pendenza media è del 6%, con un tratto finale dalla località Burro con una media del 8% e punte del 12%. Proseguendo su sterrata, si raggiunge facilmente la Forcella di Nese, ed il Canto Basso, eventualmente collegandosi con la zona della Maresana. A Monte di Nese, sotto la chiesa c'è una fontanella per abbeverarsi.

Da Alzano Lombardo è anche possibile raggiungere Lonno tramite una strada asfaltata ma chiusa alle automobili. E' una delle salite più dure, con pendenza media del 11% e punte del 17%. Negli anni è stata completamente asfaltata, e quindi è percorribile anche in bici da corsa. A Lonno nella piazza principale c'è una fontanella di fronte alla chiesa.

La seconda salita è la Nembro-Selvino molto famosa per essere stata sede della crono-scalata del Giro D'Italia 1995. Presenta un breve tratto iniziale al 10%, poi spiana e sale in modo molto costante con una pendenza media del 6%. A Selvino è d'obbligo passare dalla fontanella all'ingresso del paese, sempre affollata di ciclisti. E' una salita molto trafficata, meglio evitare i giorni festivi. Una alternativa è prendere la Funivia Albino-Selvino. La salita in funivia può essere combinata con la Cabinovia del Monte Poieto (8 euro con bici). Dall'uscita della funivia si deve raggiungere Aviatico imboccando la rampa in salita. Non fatevi spaventare, sono solo 200m al 15%, e subito dopo spiana e si raggiunge la cabinovia con un breve tratto in leggera discesa.

Da Selvino è possibile continuare la risalita per la località Salmezza. Questo tratto è molto duro con una media del 11% e punte del 16%.

Salita da Aviatico, Forca, al Monte Poieto
Salita da Selvino al Monte Purito da sotto la seggiovia

Olera, 532, Burro, 531, Nese

Discesa in Valle Seriana da Olera a Nese passando per Burro tramite i sentieri 532 e 531.

Difficoltà: S1
Ciclabilità: 98%
Giudizio: Scarso

Sentiero quasi di trasferimento da Olera a Burro di difficoltà S1 con anche un bel po' di salita. Poi in discesa fino a Nese sempre di difficoltà S1. Non è niente di particolare, ed è da considerare solo se da Olera non si intende risalire verso la Maresana.

E' esposto a Sud e si asciuga in fretta.

Olera, 532, Burro
Burro, 531, Nese

Pistino Downhill

Discesa nei colli di Bergamo che si distacca verso sud dalla discesa del Roccolone.

Difficoltà: S2
Ciclabilità: 100%
Giudizio: Ottimo

Pistino downhill attrezzato con drop, sponde e salti. E' molto breve dato il poco dislivello. Fate attenzione che si prende molta velocità. Il salto finale è solo per i più intrepidi!

532A Olera

Discesa in Maresana dalla Forcella del Sorriso ad Olera lungo il 532A.

Difficoltà: S3
Ciclabilità: 100%
Giudizio: Buono

Sentiero tecnico con vari passaggi S3 nella prima parte. Segue una parte più flow S2.

Si parte della Forcella del Sorriso, e si segue l'indicazione per Olera lungo il sentiero 532A. Dopo pochi metri si prende una variante più tecnica S3 sulla destra che scende lungo la valletta, fino a passare per un roccolo abbandonato e ora immerso nel bosco. Subito dopo ci si riconnette al sentiero principale che continua con difficoltà S3. Dalla metà in poi la difficoltà diminuisce, ma con il terreno smosso, e pietre instabili rimane a livello S2.

All'incrocio con il 532 si risalire alla Ca del Latte, oppure si può continuare fino ad Olera lungo la cementata S0.

E' esposto a Sud, ma un poco infossato nella valle, richiede un po' di tempo per asciugarsi nella parte finale, comunque più facile. La parte più tecnica è invece generalmente asciutta.

Valcava, Zuccherone, Coldara, Col Fopa, Opreno, Burligo

Discesa in Valle San Martino da Valcava a Burligo, passando per il crinale dello Zuccherone, Coldara, Col Fopa e Opreno.

Difficoltà: S3
Ciclabilità: 98%
Giudizio: Ottimo

Sentiero nella prima parte ripido per prati e boschi e con difficoltà tecniche fino a Coldara. Poi tecnico ma scorrevole.

La prima parte della discesa segue il crinale dello Zuccherone, seguendo un vecchio sentiero quasi abbandonato. Saranno necessari alcuni passaggi a piedi, e di ricerca del sentiero nel caso lo si perda. La direzione da tenere è sempre Ovest lungo il crinale verso Coldara. Una navigatore GPS è consigliato per seguire la traccia. La pendenza è a tratti elevata e non mancano le difficoltà tecniche di livello S3.

Arrivati a Coldara è possibile mangiare all' ottimo Agriturismo Coldara.

Dall'agriturismo si prende il sentiero che va verso il bordo di Coldara, ma appena prima di entrare nel borgo si gira a sinistra e si procede verso Col Fopa, dove si prende a sinistra e si continua verso Opreno. Il sentiero è una mulattiera scassa forcelle S2, con qualche difficoltà tecnica ma si fa tutto in sella.

Ad Opreno si svolta a sinistra e si procede verso la Forcella di Burligo con una facile sterrata, prima in leggera discesa, e sul finire con qualche rampa in salita. Dalla forcella si prende subito sulla destra in discesa un breve sentiero che ci porta nell'abitato di Burligo.

Nelle discesa non ci sono fonti d'acqua.

Si può salire dalla Cava, parcheggiando direttamente a Burligo.

Questa discesa si incrocia in più punti con la sua gemella più semplice che parte dalla Funivia e passa da Colle Pedrino.

Da Valcava lungo il crinale dello Zuccherone fino a Coldara
Da Coldara, Col Fopa, ad Opreno
Da Opreno a Burligo

Roccolone Nord

Discese nei colli di Bergamo sul lato Nord del Colle Roccolone che arrivano alla ciclabile del Guisa

Difficoltà: S1 / S2
Ciclabilità: 100%
Giudizio: Buono

Le discese sono varianti sul lato nord della discesa del Roccolone. Tutte molto brevi, si riconnettono alla ciclabile del Guisa che può essere utilizzata per tornare indietro e risalire.

L' ExPistino è una discesa flow S1, che negli anni 2000 era stata attrezzata per il Downhill con salti e passerelle. Ore le strutture fisse sono state completamente rimosse, ed è quasi abbandonata.

Il 712 Nord è un altro flow S1, con un minimo di difficoltà tecnica nel finale.

Il 713 / Partigiano è un tecnico con un qualche difficoltà S2. Il nome deriva dal monumento ai partigiani che si trova sul finire.

Il Roccolone Nord ed un misto tecnico e flow che parte dalla cima del Colle Roccolone e termina con un ripidone S2.

Sono esposte a Nord e fanno fatica ad asciugarsi.

ExPistino
712 Nord dal Roccolo
713 / Partigiano
Roccolone Nord